alticcio_cin_cin_unconventional_glasses sobrio_cin_cin_unconventional_glasses sbadato_cin_cin_unconventional_glasses lacrima_cin_cin_unconventional_glasses tuba_cin_cin_unconventional_glasses due_cin_cin_unconventional_glasses
Category
product design

Unconventional glasses
2011

Spesso un comune, anonimo bicchiere, può celare la personalità di chi lo ha toccato, bevuto, annusato; ognuno di loro è come un personaggio teatrale, che racconta oppure nasconde la sua storia, il suo carattere. Una collezione di calici da vino d’autore dove ogni singolo elemento ha un suo determinato ruolo e nascondono dietro il loro volto usi, costumi e vizi dell’uomo all’interno della società contemporanea.

ALTICCIO: il calice che ha bevuto troppo ma non è ancora completamente ubriaco, a differenza degli altri si sente spavaldo e sicuro di sè.
SOBRIO: il calice astemio che non vuole essere maleducato a tavola, bensì discreto mantenendo intatta la sua filosofia.
SBADATO: il calice a cui piace bere ma, per evitare che combini qualche guaio, aiuta chi è distratto a non far cadere gocce sul tavolo.
LACRIMA: il calice modesto a cui piace sorseggiare il vino solo solo per bagnarsi i “bordi”.
TUBA: il calice piu’ maleducato del gruppo: da vuoto fischia, da pieno fa le bollicine
DUE: la coppia di calici inseparabili, l’uno non può fare a meno dell’altro, intrecciandosi per passione o bisticciandosi per incomprensione.
/

Often a common, anonymous glass, can conceal the personality of those who touched it, drank it, sniffed it. Each of them is like a theatrical character, that tells or hides his story and nature … CIN CIN unconventional glasses: 7 cups, 7 ways to be, no excuse to toast! An elite collection, where every element has a given role. The characters in this series of glasses hide behind their faces virtues and vices of contemporary society.

ALTICCIO: the cup that has been drinking too much but is still not completely drunk, unlike the others it feels bold and confident.
SOBRIO: the teetotaler cup who does not want to be rude at the table, but discrete, keeping intact its philosophy.
SBADATO: the cup that likes to drink, but to avoid making some trouble, helps those who are inattentive not to spill drops on the table.
LACRIMA: the low-key, humble cup, which only likes to have a sip of wine and wet its edges.
TUBA: the rudest of the team: when empty whistles, when full makes bubbles.
DUE: the inseparable pair of glasses, one cannot do without the other, mingling with passion or bickering for misunderstanding.